skip to Main Content
GGDC Focus Giornata 27: La Magica Atalanta Di Gasperini

GGDC focus giornata 27: la magica Atalanta di Gasperini

Questa squadra ha sempre meno bisogno di me…“. Gasperini quasi se ne compiace, dopo aver ammirato l’ennesima eccezionale prestazione della sua Atalanta. Ieri la squadra premiata lo scorso 2 dicembre nella Notte del Gran Galà del Calcio AIC come la Miglior Società della stagione 2019-20 si è goduta un’altra serata di festa centrando la seconda vittoria consecutiva dalla ripresa del campionato con una spettacolare rimonta per 3-2 ai danni della Lazio. Sotto 2-0 dopo appena undici minuti – colpiti a freddo dall’autogol di De Roon e dalla bomba di destro di Milinkovic-Savic 🇷🇸 (TOP 11 2018)-, i nerazzurri si sono pian piano riappropriati del pallino del gioco costruendo poi passo dopo passo un successo assai difficile da pronosticare. Il colpo di testa di Gosens, la bordata di Malinovskiy e l’altra zuccata di Palomino hanno invece ribaltato il copione dell’incontro rinsaldando il quarto posto in classifica della Dea, ora distante solo quattro lunghezze dall’Inter, fermata sul 3-3 casalingo dal Sassuolo. Gian Piero Gasperini 🇮🇹 (Miglior Allenatore 2019), squalificato e dunque in tribuna ieri a Bergamo, ha seguito i suoi a distanza, soffrendo ma senza mai perdere la speranza della rimonta, come poi ammesso nel dopo partita. Per l’Atalanta ora sono 16 le vittorie in campionato e 77 le reti segnare sin qui: per distacco il miglior attacco della Serie A con una media di 2,85 gol realizzati a partita.

Sorride anche la Juventus (Società dell’Anno 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018), che con il k.o. della Lazio e la contemporanea frenata dell’Inter, allunga in vetta alla classifica a +4 sui biancocelesti. A Bologna sono bastati un rigore di Cristiano Ronaldo 🇵🇹 (Calciatore dell’Anno 2019, TOP 11 2019) e una perla a giro con il sinistro di Paulo Dybala 🇦🇷 (TOP 11 2016, 2017, 2018) per sbarazzarsi degli emiliani. Sfumata la Coppa Italia, l’obiettivo scudetto si fa ancora più nitido.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top