skip to Main Content

GGDC focus giornata 13: il sangue freddo di Bonucci

Servivano personalità, freddezza e coraggio. Non una ma due volte, per fare risultato, centrare i 3 punti e dare una risposta un po’ a tutti. Leonardo Bonucci 🇮🇹 (Calciatore dell’anno 2016, TOP 11 2015, 2016, 2017, 2020) non si è tirato indietro e, dalla sua, ha risposto presente con due rigori impeccabili che hanno condannato la Lazio di Maurizio Sarri 🇮🇹 (Miglior Allenatore 2017) alla sconfitta interna e che hanno proiettato la  Juventus (Società dell’Anno 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018) di Massimiliano Allegri 🇮🇹 (Miglior Allenatore 2011, 2015, 2016, 2018) alla seconda vittoria consecutiva. Dopo l’errore decisivo di Jorginho in Nazionale contro la Svizzera la risposta di Bonucci dagli undici metri, anche in chiave azzurra, serve a tranquillizzare un po’ l’ambiente e, magari, a rivelare una carta in più in caso di nuova occasione in chiave tricolore. Intanto, da leader, Bonucci prova a spingere la Juventus verso una nuova tranquillità dopo il burrascoso inizio di questa stagione.

Non serve invece a molto la doppietta di Zlatan Ibrahimovic 🇸🇪 (Calciatore dell’anno 2011, TOP 11 2011, 2012) al Franchi contro la Fiorentina. Il suo Milan cade infatti 4-3 contro i viola e perde l’imbattibilità in stagione; non però la testa della classifica in virtù della sconfitta esterna del Napoli a San Siro contro l’Inter nonostante la rete di Dries Mertens 🇧🇪 (TOP 11 2017) che aveva fatto pensare a una possibile rimonta. Travolgente invece Duvan Zapata 🇨🇴 (TOP 11 2019) e più in generale l’Atalanta (Società dell’Anno 2019 e 2020) di Gian Piero Gasperini 🇮🇹 (Miglior Allenatore 2019 e 2020), capace di imporsi addirittura 5-2 in casa contro lo Spezia per tre punti che proiettano la Dea al quarto posto solitario in classifica. Tra i premiati del Gran Galà del Calcio AIC, bene anche Domenico Berardi 🇮🇹 (Miglior Giovane della Serie B 2013), in rete nel pareggio per 2-2 del Sassuolo contro il Cagliari e giunto ormai al sesto gol in questa Serie A.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top