skip to Main Content

GGDC focus giornata 26: lo squillo di Quagliarella, bomber eterno

Dopo quattro mesi di digiuno, ecco il gol che mancava. Anzi due, per mettere in sicurezza i tre punti contro l’Empoli e raggiungere quota 180 marcature in Serie A. Fabio Quagliarella 🇮🇹 (TOP 11 2019), 39 anni compiuti lo scorso 31 gennaio, è il migliore dei premiati al Gran Galà del Calcio AIC nel turno appena di Serie A: una doppietta per lui a Marassi per la vittoria della Sampdoria e 13° posto nella classifica all time dei bomber del nostro campionato. Con 180 gol in serie A in 522 presenze (235 in 669 in carriera) il bomber campano “vede” ora Batistuta, lontano quattro lunghezze, con Gilardino, Del Piero e Signori invece avanti di 8 gol. Grande soddisfazione per Quagliarella che sin qui in stagione ha realizzato tre reti e offerto tre assist in quello che è il suo anno in maglia blucerchiata.

Per il resto, il turno di campionato vede lo stop generalizzato di tutte le squadre di alta classifica. Pareggia il Milan capolista per 2-2 in casa della Salernitana, cade l’Inter a San Siro sotto i colpi del Sassuolo di Domenico Berardi 🇮🇹 (Miglior Giovane della Serie B 2013), rallenta il Napoli 1-1 a Cagliari così come la Juventus (Società dell’Anno 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018) con lo stesso risultato nel derby contro il Torino. Sconfitta, infine, anche per l’Atalanta (Società dell’Anno 2019 e 2020) contro la Fiorentina in una giornata che ha visto anche il pareggio delle romane.

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back To Top